Come funziona un condizionatore? consigliato dai clienti

A tutti potrà essere capitato una volta nella vita di dover ricorrere all’assistenza per ciò che concerne problemi al condizionatore o climatizzatore.

Ma ti sei mai chiesto come funziona realmente un climatizzatore? Il tecnico che ti è venuto in soccorso ti ha mai accennato a qualche tipo di funzionamento durante l’intervento?

Probabilmente no.

Allora andiamo a vedere insieme come funziona un condizionatore facendo un piccolo appunto: la spiegazione che ti stiamo per fornire non è tecnica. Abbiamo deciso di spiegare il funzionamento di un impianto di climatizzazione in maniera molto leggera, senza tecnicismi, in modo tale che tutti possano comprendere in linea di massima il suo funzionamento e come avviene il processo di raffreddamento dell’aria in questo impianto.

Siamo pronti? Bene.

Partiamo dal presupposto che un ruolo molto importante lo gioca il liquido refrigerante. Non sai cosa sia? In realtà molto volgarmente viene definito gas.

Se volessimo essere pignoli in realtà non si tratta di gas ma di liquido perché appunto si presenta in forma liquida e successivamente viene trasformato in vapore liquido, eppure molti addetti ai lavori lo hanno molto spesso chiamato gas, catechizzando anche gran parte dei clienti che per il 90% pensano a questo liquido come un gas da ricaricare.

Andando più nello specifico questo liquido è importante che non si presenti sotto forma gassosa perché la sua temperatura in forma liquida lavora meglio nel processo di raffreddamento dell’aria trasformandosi in vapore.

La differenza tra vapore e gas a prima vista può risultare nulla, ma dal punto di vista del suo comportamento in fase di trasformazione è ben distinto perché un gas non può cambiare la sua consistenza quando viene compresso mentre invece il vapore crea condensa.

Proprio questo processo di condensazione consente l’assorbimento di calore. Avrai già capito che è questo il processo che a noi interessa perché un condizionatore faccia il proprio lavoro come si deve.

Se vuoi capire davvero come funziona un condizionatore davvero continua a leggere.

Continuiamo dal presupposto, poi, che i condizionatori non hanno solo il compito di generare aria fredda ma fanno anche aria calda.

come funziona un condizionatore

Per esempio, oggi il nostro condizionatore sta raffreddando il nostro ambiente domestico.

Abbiamo un compressore che aspira il vapore generato dal liquido refrigerante e ne compie una compressione. Questa compressione induce un maggior punto di calore sul vapore aumentandone di conseguenza pressione e temperatura.

Adesso c’è da dire che il liquido refrigerante non è un liquido normale, ma è ben studiato per agire all’interno del condizionatore e rispondere in un determinato modo agli input a cui l’impianto lo sottopone.

Accanto al compressore abbiamo la valvola a 4 vie che permette di selezionare la modalità di raffreddamento o riscaldamento

Adesso abbiamo un vapore surriscaldato ma ci serve per generare aria fredda. Questo vapore viene spedito nello scambiatore che si trova nell’unità esterna del nostro condizionatore. L’unità esterna è quell’enorme cassa che viene posta fuori dai nostri appartamenti ma che rimane collegato al condizionatore.

Funzionamento del condizionatore nell’unità esterna

Nell’unità esterna il vapore surriscaldato, condensandosi, cede calore che viene espulso esternamente.

Il liquido continua il suo percorso che man mano si assottiglia facendo in modo che la sua pressione diminuisca

Adesso abbiamo un mix di liquido condensato e vapore con una bassa temperatura

La parte liquida finisce in un altro scambiatore che si trova nell’unità interna (che sarebbe il nostro condizionatore). Questo liquido è quello che ci consentirà il raffreddamento.

Come fa a raffreddare l’aria adesso? Te lo spieghiamo subito e fa sempre parte della maniera in cui funziona un condizionatore per raffreddare.

Funzionamento del condizionatore nell’unità interna

Adesso abbiamo un liquido nello scambiatore dell’unità interna che ha una temperatura più bassa rispetto a quella in cui noi siamo. Il condizionatore assorbe aria dal nostro ambiente. In particolare è il calore che interessa questo processo per consentire al liquido diventare vapore e raffreddare l’aria presa.

Quando il liquido sarà completamente evaporato, aumenta di temperatura per superare il suo stato vaporoso rimanendo comunque ad una bassa temperatura rispetto all’ambiente esterno.

A questo punto hai aria fresca che pian piano viene immessa nella tua stanza. Ecco come funziona un condizionatore nella sua modalità di raffreddamento.

Ti ripetiamo che abbiamo omesso alcuni tecnicismi e non abbiamo spiegato nel dettaglio per rendere la lettura quanto più comprensibile e per una larga parte di persone.

Qualora tu avessi dei problemi al tuo impianto nella zona di Roma puoi contattarci ai nostri numeri di telefono oppure scriverci alla nostra email. Offriamo un servizio di assistenza condizionatori a Roma puntuale e preciso.

vota